Cosa ci aspettiamo

La diffusione di un’educazione ambientale e un uso sociale delle molte pratiche possibili legate all’allevamento apistico indirizzata ad un target diversificato di persone, saperi e competenze, con lo scopo di favorire percorsi di ricerca e trasformazione per uno sviluppo sostenibile sotto il profilo ambientale economico e sociale. Una “densificazione” del giardino e dei suoi spazi, un uso misto del suolo a disposizione tale da renderlo, nel suo piccolo, una infrastruttura sociale capace di attirare e generare soluzioni innovative.

Cosa ci aspettiamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.